Ius soli, Marino: Ap-Cpe sempre responsabile, supplemento di riflessione.

passaporto-parigi

(ilVelino/AGV NEWS) Roma, 17 LUG – “Il Gruppo Alternativa Popolare-Centristi per l’Europa si e’ sempre dimostrato responsabile in questi anni di leale e convinto sostegno al Governo, com’e’ avvenuto, nonostante alcune perplessita’ e parziali contrarieta’, nel caso della riforma costituzionale, della legge elettorale, delle unioni civili, infine su scelte non secondarie delle leggi di stabilita’. Questi solo per citare alcuni esempi significativi di come il Pd, molto spesso in modo solitario, abbia fatto il bello ed il cattivo tempo. Solo in rare occasioni, infatti, il Pd si e’ accorto che esisteva una maggioranza pluripartitica in Parlamento. Per quanto riguarda il Ddl in materia di cittadinanza, non solo il nostro gruppo ma anche il Gruppo Per Le Autonomie ha espresso contrarieta’ in ordine ad un’approvazione affrettata prima della pausa estiva. Il disegno di legge, cosi’ come approvato dalla Camera, andrebbe, infatti, emendato ponendo vincoli piu’ stringenti al fine di ottenere la cittadinanza. Cio’ non significa in alcun modo andare contro il principio dello ius soli, ma occorre porre il tema dell’acquisizione della cittadinanza, non in un ottica di mera convenienza o di opportunismo, bensi’ quale autentica scelta di integrazione ai valori della nostra tradizione e della Costituzione. Pertanto constatato che emendare il testo in Aula al Senato e’ impraticabile allo stato attuale, se non ricorrendo ad un voto di fiducia (visto che la Lega Nord ha presentato oltre 50 mila emendamenti in chiave ostruzionistica), e’ opportuno, equilibrato e saggio assumere un breve periodo supplementare di riflessione che consenta alla maggioranza di trovare l’unita’ a partire da un testo condiviso circa un tema, quello della cittadinanza, che non era parte degli accordi di governo.” cosi’ il Sen. Luigi Marino, Gruppo Alternativa Popolare-Centristi per l’Europa e Coordinatore Centristi per l’Europa in Emilia-Romagna.